mercoledì 22 ottobre 2008

un ricordo della tradizione sarda ...

Oggi sono in vena di ricordi :-))
già ...
Qualche anno fa ho abbandonato il mio 'lavoro di tessitrice '
non come Penelope :-))
che disfava la notte ...
e ne di Berta che filava la lana .. perché filavo il cotone :-)
per me era sempre un 'emozione il taglio del tappetto' ...
ma quanto rumore quando davo le battute , i calli nelle mani ...ci voleva un pò di forza
quella che un pò oggi mi manca ...
ero l'unica del mio paese che lo faceva ,
ogni tanto venivano le anziane per vedermi all'opera ricordando anche loro quello che realizzavano , lenzuola , panni ,asciugamani , cuscini , tappetti ...
delle sacche doppie che in dialetto le chiamano 'Bertulasa' venivano usate dagli uomini per trasportarci i viveri ed altre cose per la campagna ...
un pò mi manca ...

7 commenti:

Daniè ha detto...

Che belle cose che racconti Mary! Le tradizioni, le stoffe, i colori, i profumi di questa terra. Avrei voluto fare un corso di cestineria sarda ma mannaggia gli orari non coincidono con gli impegni familiari serali!! Forse quando i bambini saranno un po più grandi. Peccato non continuare a tessere.
Daniela

Cinzia ha detto...

Che belli questi post...tutte tradizioni che purtroppo rischiano di andar perdute...
Ogni regione ha le sue tradizioni, i suoi colori, il suo folkore...nn perdiamolo!
Baci
Cinzia

simona ha detto...

.... io adoro la nostra tessitura...avrei tanto voluto imparare... perchè hai smesso??
bellisisme queste immagini
anche se vivo a Taranto... la mia casa è piena di cose della nostra terra.....tappeti...cuscini...tende...e ceramiche!!!
ogni volta che torno a casa faccio razzia!!!! visto che non posso stare in Sardegna... mi porto la sardegna a casa!!!!
saluti
simona

Mary ha detto...

:-)Ciao Daniè, Simona , purtroppo dopo che mi sono sposata , non avevo più tempo , perchè ho avuto
subito un bambino ...ora non ne avrei più la forza .
;-))) una della tante cose che sapeva fare mio padre, i cestini in vimini però... altri li intrecciava con fili elettrici colorati ...( il mio è rimasto incompiuto , mi voleva insegnae anche questo , ma non ha fatto in tempo ... pazienza :-)))
é vero Cinzia , sono belle , il nostro paese valorizza ben poco queste cose ...
ho imparato tante cose , come diceva mio padre ,
'impara s'arte e ponela a parte'

Mary ha detto...

vi racconto un piccolo aneddoto... Quando mio padre seppe che stavo imparando a tessere,
mi fece un arcolaio con le ruote di una sedia girevole , e le assi laterali in legno , quando venne per le vacanze ( era emigrato in Svizzera )
rimasi sorpresa e felice perché era un oggetto che a me serviva per sbrogliare le matasse di lana ,per poi farne dei gomitoli, lo conservo ancora !! :-))

Mila ha detto...

LaMary...felice ke tu abbia postato questo argomento!
Le tue creazione devono essere state spettacolari...ma le hai regalate tutte senza fare una foto!!!'nnaggia al rospo ;)!
Hugs,
Mila :)

Giulia ha detto...

noooooooooooooooooooooooooooooo e perchè non lo fai più, noooooooooooooooooooooooooo